Incantevole Portico di San Mercuriale

Emilia Romagna

La Rocca di Ravaldino

Dimora di Caterina Sforza

Emilia Romagna

Porta Schiavonia

Resti delle antiche mura che circondavano Forlì

Emilia Romagna

Palazzo del Comune

Emilia Romagna

Forlì in due parole

"e zitadòn”, il cittadone in dialetto forlivese, la Forum Livii per i romani che la fondarono all’incrocio fra la via Consolare Emilia e la traversa di Romagna che conduceva in Toscana. Nel Medioevo ha inizio la vera storia della città, contrassegnata da importanti eventi e duri scontri con gli altri centri urbani, che sul territorio di riferimento volevano imporre il loro dominio assoluto, sia economico, che di controllo del territorio inteso in senso più ampio.In questo tormentato periodo spicca la figura di Caterina Sforza ,signora incontrastata della città e leonessa di Romagna. Secondo la leggenda, famosa è la frase urlata dagli spalti delle Rocca di Ravaldino assediata, in un’eroica resistenza contro l’esercito francese e pontificio capitanato da Cesare Borgia che minacciava di uccidere i figli:“Fatelo se volete, impiccateli pure!” – poi, alzando le gonne, aggiunge – “Qui ho quanto basta per farne altri!”
Notevole è Piazza Saffi, una delle più grandi piazze italiane, su cui si affacciano alcuni fra gli edifici più rappresentativi delle varie epoche cittadine:il novecentesco Palazzo delle Poste, esempio di architettura Razionalista del Ventennio di cui troviamo tracce significative anche negli edifici di Viale della Libertà e Piazzale della Vittoria.
I quattrocenteschi Palazzo del Podestà e Palazzo Albertini,il Palazzo Comunale, sede attuale del Municipio,con la Torre Civica ( o dell'Orologio ). E infine ma non ultima la bellissima basilica romanica di San Mercuriale con l'imponente campanile originale del XII secolo e l’antico chiostro.
Città di cultura annovera numerosi musei fra i quali spicca l’importante Complesso museale di San Domenico:Sede della sezione più antica della Pinacoteca, catalizzatore di visitatori grazie alle prestigiose mostre tenutesi in questi anni, da Palmezzano a Silvestro Lega, da G. Cagnacci al Canova, il complesso che ospita la celebre Ebe di Canova.
Palazzo Gaddi: è senza ombra di dubbio uno dei palazzi più importanti della città, frutto di diverse trasformazioni avvenute nel corso dei secoli.Sorto da quella che può essere definita come un’aggregazione di case medievali di cui rimane il portico con la loggia e la sala con i peducci. In contrapposizione alla spoglia facciata esterna, nelle sale interne, adorne di stucchi raffinati e decorazioni elementi barocchi settecenteschi Si tratta della seconda sede museale della città, sia per volume che per superficie, ove è ospitato il Museo del Risorgimento “A. Saffi” e il Museo Romagnolo del Teatro.
Villa Carpena (o Villa Mussolini): appena fuori Forlì, nella frazione di San Martino in Strada in via Crocetta, nota per essere stata la residenza di Benito Mussolini, della moglie Rachele Guidi e dei cinque figli, ora è un museo.
A tavola a Forlì e dintorni si possono gustare tutti i prodotti tipici romagnoli dai primi di pasta fresca ripiena e non, ai secondi di carne e animali da cortile, senza dimenticare la sempre presente piadina con affettati e squacquerone, pancetta arrostita o salsiccia di maiale fino ad arrivare ai dolci tipici come la zuppa inglese, dolce al cucchiaio, la cui ricetta originale è stata codificata da Pellegrino Artusi (1820-1911) nel suo libro “La scienza in cucina e l’arte di Mangiar bene” .

La Provincia

Dalla costa ai passi appenninici

Il Comune

Il cuore della Romagna

Forlì nel cuore della Romagna

Città moderna a misura d’uomo


Arte e Cultura

Forlì, Porta Schiavonia, City Gate In Forli', Emilia Romagna, Italy
Forlì, Porta Schiavonia, City Gate In Forli’, Emilia Romagna, Italy

Turismo


Bertinoro Palazzo Ordelaffi

Produttività e Servizi


Produttività : Officina automobili vecchia auto

Scuole


istruzione

Musei


Museo donna al museo

Teatri


Teatro Icona

Forlì – Cesena Qualche Numero

RESIDENTI PROVINCIA

SUPERFICE IN km²

COMUNI

Italy is Italy un Progetto per Amore dell’Italia

Partecipa anche tu al più grande progetto editoriale informatico privato per promuovere la nostra nazione.

Amministrazioni, Associazioni, Aziende di ogni dimensione e privati cittadini tutti possono avere una parte per fare risorgere la nostra nazione e contribuire al benessere e prosperità di tutti.

Youtube
Youtube
Whatsapp

Italy is Italy © 2021 Italy is Italy Logo